top

LA COMUNITÀ MONASTICA

I monaci della Abbazia di San Paolo fuori le Mura afferiscono all’Ordine di San Benedetto (OSB). La loro giornata, quindi, è organizzata secondo quanto indicato dal loro Fondatore, san Benedetto da Norci,a nella sua Regola. Questa è universalmente conosciuta con il motto Ora, labora et lege che la riassume per quelle che si possono definire macro-linee guida. I momenti di preghiera, lavoro e studio si svolgono in ambienti specifici del monastero in un rapporto spazio-tempo che resta ancora fondamentale nella vita monastica. (link al testo dell’abate Donato)

Come in tutti i monasteri benedettini, anche a San Paolo flM la “ricerca di Dio” è sottesa ad ogni attività per il tramite della contemplazione della Sua Parola nella liturgia, della lettura, della graduale trasfigurazione del cuore umano per mezzo della disciplina dei voti di stabilità, conversatio morum e obbedienza, e del servizio quotidiano ai pellegrini che accorrono a venerare la tomba dell’Apostolo Paolo.

San Benedetto e San Paolo sono i loro maestri. Dalle parole di San Paolo attingono la certezza che assolutamente niente «potrà mai separare dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore» (Rm 8,39) rafforzato dalle parole di San Benedetto che, parlando dei monaci, afferma: «Nulla assolutamente antepongano a Cristo» (RB 72,11).